Lancia e Kasia Smutniak insieme alla Mille Miglia 2016

DAL 19 AL 22 MAGGIO, ALLA 34SIMA EDIZIONE DELLA MILLE MIGLIA LANCIA PARTECIPA
CON UN’ARDEA DEL 1939 E UN OSPITE D’ECCEZIONE: KASIA SMUTNIAK,
L'ATTRICE CHE DAL 2015 È AMBASSADOR DI YPSILON.

• Dal 19 al 22 maggio, alla 34sima edizione della Mille Miglia Lancia partecipa con un’Ardea del 1939 e un ospite d’eccezione: Kasia Smutniak, l'attrice che dal 2015 è ambassador di Ypsilon.
 
• Protagonista Lancia, la nuova serie speciale Ypsilon Mya che, presentata a metà aprile, si caratterizza per uno stile ancora più elegante e sofisticato.
 

Una preziosa Lancia Ardea del 1939 prende parte all’edizione 2016 della mitica Mille Miglia, che prenderà il via domani da Brescia, arriverà a Roma lungo la costa adriatica e ritornerà a Brescia attraverso la Toscana e l’Emilia. A bordo della rara berlina Lancia, una prima serie del 1939, siederà Kasia Smutniak, l'attrice che dal 2015 è ambassador del modello Ypsilon, le cui linee sinuose prendono ispirazione proprio dall’Ardea.

Non a caso, la vettura d’epoca Lancia sarà accompagnata dalla nuova serie speciale Ypsilon Mya che, presentata a metà aprile, è pronta a contribuire al successo trentennale del modello. Un trend vincente che si conferma anche nel 2016: infatti, Lancia Ypsilon è prima nel suo segmento ed è 2° in Italia sia ad aprile sia nelle vendite totali del primo quadrimestre.

Madrina d’eccezione al lancio della Ypsilon Mya, oltre che protagonista della sua campagna di comunicazione, Kasia Smutniak che già lo scorso anno, infatti, aveva partecipato alla Mille Miglia a bordo della stessa Ardea. Si rafforza così il legame tra il marchio Lancia e Kasia Smutniak che ha sempre mostrato di essere una donna forte e un'attrice - tra le migliori nel panorama europeo - dalle capacità poliedriche. Non è mai stata un personaggio in cerca di riflettori, ma si è fatta apprezzare dal pubblico grazie a uno stile semplice e allo stesso tempo sofisticato: lo stile di una donna contemporanea in continua evoluzione, sempre capace di mantenere nel tempo raffinatezza e il portamento.

La stessa determinazione animava Adele Miglietti, vedova di Vincenzo Lancia, cui si deve la nascita dell’Ardea che nacque nel 1939, una vettura piccola e maneggevole ma dotata di un design moderno e aerodinamico, che la rendeva parsimoniosa nei consumi e brillante nelle prestazioni, anche grazie al più piccolo motore mai costruito da Lancia: 903 cc e 28 CV, per 105 km/h di velocità massima e un consumo di 7 litri di benzina ogni 100 km, un record per quei tempi. Le stesse doti che si ritrovano nella nuova serie speciale Ypsilon Mya, elegante e raffinata, con in più un tocco casual.

 

Torino, 18 maggio 2016​​​​​

Torna alle news