FCA alla prima edizione di “Parco Valentino - Salone & Gran Premio” di Torino

I marchi Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Abarth e Jeep saranno protagonisti della rassegna che si svolgerà dall'11 al 14 giugno.

FCA partecipa alla prima edizione di "Parco Valentino - Salone & Gran Premio" che si svolgerà a Torino dall'11 al 14 giugno. La manifestazione è parte integrante sia del programma Torino Capitale Europea dello Sport sia del ricco calendario abbinato all'Expo Milano 2015 di cui FCA e CNH Industrial sono Official Global Partners.

Ispirata all'annuale Festival di Goodwood (Inghilterra) e ad altri appuntamenti internazionali, la kermesse torinese si caratterizza per la sua doppia natura: da una parte, l'esposizione delle novità delle più importanti Case automobilistiche nel più antico e famoso parco pubblico di Torino, con ingresso gratuito dalle 10 alle 24, dal giovedì alla domenica. Dall'altra parte, l'anima dinamica dell'evento trova il suo momento clou nella parata di domenica 14 quando i modelli più rappresentativi di ciascun marchio percorreranno circa 15 chilometri dal centro di Torino sino alla Reggia di Venaria Reale.

All'interno del Parco del Valentino si corse, dal 1935 al 1955, l'omonimo, leggendario Gran Premio. Oggi, lungo il tracciato che vide sfilare tanti bolidi, i marchi Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Abarth e Jeep saranno protagonisti esponendo i modelli più rappresentativi delle rispettive gamme. Vetture per tutti i gusti e tutte le esigenze, da Fiat 500X ad Alfa Romeo 4C Spider; da Abarth 695 Biposto all'iconica Jeep Wrangler passando per la nuova Lancia Ypsilon "30th Anniversary". Sempre lungo i viali del Parco sarà presente un'area merchandising Mopar, storico brand americano ormai divenuto punto di riferimento anche in Europa con i suoi servizi, ricambi, accessori e customer care per tutti i marchi di FCA.

Sarà anche possibile ammirare alcuni preziosi esemplari di auto storiche che si sono distinte per i risultati sportivi: Alfa Romeo 155 V6 DTM e Giulia GTAm; Lancia Stratos e Fulvia Coupé HF; Fiat 131 Abarth Rally e 124 Abarth Rally. Alcune di queste vetture sfileranno nella sezione Motorsport lungo il circuito più breve, 3 km, che si snoda nel centro della città e che conduce al salotto di piazza San Carlo, insieme alle Abarth prototipo 695 Gumball e 695 EVO.

Un'esposizione innovativa nel parco più antico e famoso di Torino

L'accesso al Parco del Valentino potrà avvenire attraverso tre varchi intitolati ad altrettanti leggendari piloti che hanno scritto pagine memorabili nella storia delle corse su pista: Nuvolari, Villoresi e Ascari.
Lungo il tracciato del leggendario Gran Premio del Valentino, che si corse dal 1935 al 1955, l'auto torna protagonista attraverso una formula espositiva innovativa ed elegante.

Alfa Romeo

La presenza di Alfa Romeo, come d'abitudine, sarà di forte impatto. Il pubblico potrà ammirare quattro modelli Alfa Romeo di attuale produzione: le supercar 4C Coupé e 4C Spider insieme alla nuova Giulietta Sprint e alla serie speciale MiTo Racer.

Protagoniste indiscusse dell'esposizione Alfa Romeo saranno 4C Coupé e 4C Spider, la sua evoluzione "a cielo aperto" presentata al mercato EMEA durante il Salone Internazionale di Ginevra. In entrambe le declinazioni, 4C rappresenta l'essenza sportiva del brand e coniuga uno stile mozzafiato e prestazioni eccellenti. È equipaggiata con la migliore tecnologia derivata dal mondo delle corse. Grazie all'abitacolo monoscocca in fibra di carbonio, all'ampio uso di alluminio e a materiali compositi per la carrozzeria, 4C vanta un rapporto peso-potenza inferiore ai 4 kg. Trazione posteriore e motore centrale, turbo 4 cilindri a iniezione diretta da 240 CV, si traducono in comportamento stradale da supercar: 257 km/h di velocità massima, 4,5 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h, 1,1 g di accelerazione laterale e 1,25 g di decelerazione massima in frenata.

Giulietta Sprint celebra i 60 anni di vita del modello che venne lanciato proprio al Salone di Torino e in breve tempo conquistò gli appassionati di tutto il mondo e rese accessibile il desiderio di possedere un'Alfa Romeo. Oggi Giulietta Sprint raccoglie quel testimone offrendo una caratterizzazione estetica più marcata, prestazioni esaltanti, dotazioni tecnologiche sofisticate e un'efficienza aerodinamica ulteriormente migliorata. E il piacere di guida Alfa Romeo è garantito dal nuovo propulsore 1.4 da 150 CV, l'ultimo nato della famiglia MultiAir, dall'innovativa architettura del modello e dai numerosi sistemi elettronici di cui è dotato.

Anche MiTo incarna il vero "Spirito Alfa", e con Racer lo fa in modo ancora più ricercato. La nuova serie speciale propone l'elegante trattamento Cromo Satinato per le maniglie delle porte e le cornici dei gruppi ottici anteriori e posteriori. Completano un insieme di grande impatto i cerchi da 17", il paraurti sportivo, lo spoiler e il terminale di scarico cromato. All'interno, MiTo Racer adotta selleria in ecopelle marrone dall'aspetto Vintage, in un ambiente sportivo scuro impreziosito dal volante tagliato e dalla scritta Alfa Romeo impressa sui poggiatesta.

Fiat

Sotto i riflettori anche le novità del marchio Fiat che sapranno affascinare una clientela eterogenea per età e gusti ma sempre attenta alla funzionalità e attratta dal design italiano. Ecco allora la 500X, il nuovo crossover Fiat che esprime tutto lo stile e la sostanza "made in Italy" in un'auto confortevole, prestazionale e sempre connessa con il mondo. Sotto i riflettori, durante la rassegna, la versione Cross Plus che coniuga il meglio dello stile e delle dotazioni, con un allestimento da top di gamma. "Sotto il vestito", altrettanta eccellenza che si può apprezzare premendo un pulsante. Grazie alla tecnologia Full Keyless System, si avvia il potente ed elastico motore 2.0 Multijet da 140 CV abbinato al cambio automatico a nove marce e alla trazione 4x4.

Gli occhi saranno puntati anche su Panda K-Way, la nuovissima serie speciale che nasce in collaborazione con il marchio dell'antipioggia per eccellenza in modo da offrire un prodotto funzionale e colorato. La sua spiccata personalità si evince dai dettagli verniciati in titanio e dalla possibilità di scegliere il colore delle calotte e dei coprimozzo tra quattro diverse tonalità. Dettagli estetici che impreziosiscono la consueta concretezza e la praticità di Panda.

A proposito di dettagli estetici, Fiat 500 Vintage '57 esposta al Valentino è un tributo all'icona presentata nel 1957 e propone un look rétro che richiama alcune peculiarità dell'antesignana.
La livrea è azzurro pastello abbinata al bianco di tetto, spoiler, antenna e specchietti, e la selleria in pelle Poltrona Frau color tabacco. Il tutto esaltato dai loghi Fiat storici, posti sia sull'esterno sia sul volante, dalla fascia bianca della plancia e dai cerchi in lega da 16" bianchi e cromati.

Completa la compagine Fiat la particolare 500L Trekking, l'evoluzione della famiglia 500 con due anime perfettamente integrate che amano "contagiarsi quotidianamente": una metropolitana, per vivere spensieratamente la città, e una più intraprendente, ideale per le piccole grandi emozioni del week end. La versione esposta è equipaggiata con il turbodiesel 1.6 Multijet da 120 CV e presenta una ricchissima dotazione di serie, che comprende cerchi in lega da 17", climatizzatore automatico bizona, cruise control e controllo elettronico della stabilità ESC con ASR/MSR, ABS + EBD e ausilio alla partenza in salita.

Lancia

In questo contesto non poteva mancare Lancia, che da sempre esprime eleganza, innovazione e attenzione ai gusti del pubblico femminile. Protagonista è ovviamente la vettura più amata dalle donne italiane che quest'anno compie trent'anni: la Lancia Ypsilon. Al Parco del Valentino sono esposte le due serie speciali Ypsilon ELLE e Ypsilon "30th Anniversary". La prima è nata dalla partnership con l'omonimo magazine: è un concentrato di glamour ed eleganza e si rivolge a una donna ricercata e raffinata qual è anche la lettrice di ELLE, che in essa trova un design distintivo e non convenzionale impreziosito da colori specifici e dettagli di stile quali le finiture dark chrome, i cerchi in lega da 15" diamantati o da 16" diamantati color Cipria, oltre all'esclusiva grafica a Pied De Poule sui montanti. All'interno, selleria specifica in pelle e Alcantara, un grande classico dell'eleganza Lancia.

La seconda serie speciale celebra una storia di successo che in trent'anni è entrata nell'immaginario collettivo con quattro generazioni e oltre 2,7 milioni di vetture prodotte. Contraddistinta da un badge celebrativo sul montante e da una raffinata livrea Blu Oltremare che rinvia alla tradizione Lancia, la nuova versione propone cerchi in lega da 15'' in tinta nera con effetto diamantato e, a richiesta, può essere dotata di portellone posteriore nero, proprio come il primo modello lanciato nel 1985.

All'interno, oltre alla ricca dotazione di serie, spicca l'elegante rivestimento in tessuto e Castiglio di colore nero o beige. Ypsilon ELLE e Ypsilon "30th Anniversary" sottolineano il carattere esclusivo della "fashion city car" Lancia, che si esprime attraverso raffinate declinazioni volte a ribadire le caratteristiche vincenti di un modello che in questi anni ha dimostrato di essere un'autentica icona di stile, un vero e proprio oggetto di design, un veicolo sempre all'avanguardia.

Abarth

Lo stand dello Scorpione propone due esemplari a conferma della continua ricerca del "meccanicamente perfetto" tipico di tutte le vetture di Abarth: è questa l'essenza di un brand capace di rinnovarsi continuamente, accettando e vincendo sfide spesso ritenute impossibili.

695 Biposto e 595 Competizione sono la massima espressione del motto di Carlo Abarth "La domenica in pista, il lunedì in ufficio". 695 Biposto è la sintesi perfetta tra le vetture stradali e quelle da corsa, grazie ai 190 CV per 997 kg di peso che le garantiscono prestazioni fuori dal comune. La sua vocazione estrema è di immediata percezione: basta accomodarsi sui sedili da corsa Sabelt a guscio, grigi opachi, allacciare le cinture di sicurezza a quattro punti e ascoltare il sound dello scarico Dual Stage by Akrapovic. Un'auto senza compromessi, che promette divertimento allo stato puro, emozioni e stile italiano e che adotta soluzioni da supercar: l'abitacolo è volutamente essenziale, alla ricerca della massima ergonomia di guida e alla riduzione dei pesi, e il cambio è a innesti frontali.

Al suo fianco, la 595 Competizione cabrio, l'ultima arrivata e la più performante della gamma Abarth 595 con i suoi 180 CV di potenza che le consentono di raggiungere i 225 km/h di velocità massima e di accelerare da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi. Il tutto a cielo aperto, grazie alla capote panoramica in tessuto, e nella massima sicurezza. Di serie, infatti, il prestazionale impianto frenante Brembo, sei airbag, fendinebbia, controllo di stabilità, fari allo xenon e sistema TPMS per monitorare la pressione degli pneumatici.

Jeep

Il pubblico della prima edizione di "Parco Valentino - Salone & Gran Premio" avrà anche la possibilità di ammirare alcuni esemplari Jeep in rappresentanza della gamma SUV più premiata di sempre. Di scena l'icona Wrangler, il medium SUV Cherokee, la prima Jeep made in Italy Renegade e l'ammiraglia Grand Cherokee.

L'icona Jeep incarna perfettamente il claim "Go anywhere, Do anything". Equipaggiata con il propulsore 2.8 turbodiesel che sviluppa 200 CV di potenza e 460 Nm di coppia, Jeep Wrangler deve le sue leggendarie capacità off-road al sistema di trazione integrale part-time, marce ridotte e bloccaggi elettronici dei differenziali anteriori e posteriori Tru-Lock per la guida in fuoristrada più estremo, che consente una uguale ripartizione della coppia tra le quattro ruote.

Il medium SUV da poco rinnovato è progettato per eccellere su qualsiasi tipo di superficie, ed esprime la sintesi tra innovazione stilistica e tradizione, leggendarie capacità 4x4 e tecnologia. Cherokee segna un'importante novità nel proprio segmento proponendo un nuovo propulsore 2.2 Multijet da 185 e 200cv, il cambio automatico a nove marce e l'innovativo dispositivo di disconnessione dell'asse posteriore.

La nuova Jeep Renegade, prodotta a Melfi e commercializzata in oltre 100 nazioni nel mondo, inclusi gli Stati Uniti, è caratterizzata da una grande personalità stilistica e presenta proporzioni adatte sia all'utilizzo in città sia su tracciati off-road. Vanta capacità fuoristradistiche di riferimento nella categoria, un'eccellente dinamica di guida su strada, un esclusivo cambio automatico a nove marce, due sistemi di trazione, propulsori dai consumi efficienti e una vasta gamma di dispositivi di sicurezza. Un SUV Jeep compatto dal cuore italiano che ha rapidamente scalato le classifiche europee di vendite nel suo segmento.

Grand Cherokee è il modello simbolo della premiumness di Jeep e il SUV più premiato di sempre, perfetta sintesi tra potenza, stile, comfort e innovazione tecnologica. Sarà la versione Summit a rubare la scena torinese, grazie ai suoi elementi stilistici unici: fari bi-xeno adattativi con scarica ad alta intensità, il paraurti anteriore con fendinebbia dalla forma allungata, i doppi terminali di scarico cromati dall'inedita forma rettangolare e gli esclusivi cerchi in lega a cinque razze doppie da 20 pollici in alluminio cromato. Gli interni sono caratterizzati da un livello qualitativo superiore grazie ai sedili in pelle Premium Natura-Plus, al rivestimento simil-camoscio posto sui montanti anteriori e sul cielo vettura e agli accenti color rame che impreziosiscono i rivestimenti in pelle e i dettagli sulla plancia e sulla consolle centrale.

Mopar

Il punto di riferimento per servizi, ricambi, accessori e customer care di tutti i marchi di FCA avrà un proprio spazio all'interno del Salone ed esporrà il MEC: Mopar Express Care. Si tratta di un veicolo, su base Fiat Ducato, che diventa una vera e propria officina mobile con un'area accettazione, un'area diagnosi e un'area per gli interventi. In più, il MEC è predisposto anche per la vendita di ricambi, accessori e merchandising. Durante il Salone non ce ne sarà bisogno, perché Mopar allestirà un'area dedicata ai prodotti delle linee ufficiali Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Abarth e Jeep.

Il legame con Jeep, poi, sarà ulteriormente sottolineato dalla presenza di Renegade "Hard Steel" e di Wrangler "Stealth", due versioni speciali che dimostrano la naturale propensione di Jeep alla personalizzazione. Quest'indole ben si sposa alle innumerevoli possibilità offerte dagli accessori Mopar che accentuano ora l'aspetto estetico, ora l'anima più off-road. Wrangler "Stealth", ad esempio, presenta una preparazione tecnica estrema - adatta per il fuoristrada più impegnativo - ed estetica, in cui nessun dettaglio è tralasciato.

Renegade "Hard Steel" esplora le potenzialità di un modello che si presta a innumerevoli customizzazioni, oltre a rappresentare una panoramica sui possibili futuri accessori Mopar dedicati alla nuova Renegade. L'aspetto "tecnologico" della showcar viene reso esteticamente dalla livrea Brushed Steel, un trattamento della carrozzeria che rinvia ai mondi dell'aviazione e della nautica d'avanguardia. Il tutto esaltato dal contrasto cromatico del nero opaco utilizzato per numerosi elementi quali griglia, barre tetto, calotte degli specchi, cerchi in lega da 16", fasce paracolpi laterali, prese d'aria del cofano, parafanghi e paraurti e dagli accessori originali Mopar come griglia e calotte specchi anch'essi neri opachi, battitacco, tappetini e gancio traino.

Entrambe le vetture parteciperanno alla "Parata dei Tributi" che si svolgerà domenica 14.

La passione sfila per le strade della città

Oltre alla coinvolgente area espositiva, la kermesse "Parco Valentino - Salone & Gran Premio" proporrà un'emozionante dimensione dinamica che domenica 14 raggiungerà il suo momento più spettacolare con la "Parata dei Tributi". Sfileranno, infatti, le automobili più rappresentative di ogni marchio, lungo un percorso di circa 15 chilometri che partirà dal Parco del Valentino per giungere ai Giardini della Reggia di Venaria dopo aver attraversato il centro di Torino.

Si tratta di una prima assoluta nel suo genere: mai, in precedenza, era stato organizzato un evento motoristico di questa rilevanza per le vie di una città. Tra due ali di folla sfileranno le auto sportive, classiche e icone, autentici tributi dedicati a ogni Casa automobilistica, vetture rappresentative della migliore produzione di ciascun marchio.

Ad aprire la parata sarà una D-50, l'unica Lancia monoposto realizzata per la Formula Uno. Questa vettura trionfò al settimo e ultimo Gran Premio del Valentino, nel 1955, guidata da Alberto Ascari. Ne raccoglieranno l'ideale testimone le eccellenze oggi in produzione: Fiat 500 Vintage '57 e 500X; Alfa Romeo 4C Coupé e Spider; Abarth 695 Biposto e 595 Competizione Cabrio; Jeep Grand Cherokee nella versione SRT, il SUV da 468 CV, insieme a Renegade e Wrangler.

In particolare, l'icona Jeep sfilerà nello speciale allestimento "Stealth" realizzato da Mopar. Jeep Wrangler Rubicon "Stealth" presenta una preparazione estrema: paraurti off-road, vernice materica Iron Peltrox dall'effetto ossidato, sedili e componenti rivestiti in pelle stile vintage.

La passerella delle vetture iridate

Al termine della "Parata dei Tributi", si svolgerà la passerella ufficiale e celebrativa delle automobili che maggiormente si sono distinte nelle varie discipline sportive come Formula 1, GT-Series, Rally e Sport Prototipi. La manifestazione "Parco Valentino - Salone & Gran Premio" è inserita nel calendario di Torino Capitale Europea dello Sport 2015, e pertanto sarà possibile ammirare alcuni preziosi esemplari del Motorsport.

Tra le protagoniste si segnalano Alfa Romeo 155 V6 DTM e Giulia GTAm; Lancia Stratos HF e Fulvia Coupé HF 1.6 Rally; Fiat 131 Abarth Rally e 124 Abarth Rally; Abarth prototipo 695 Gumball e 695 Evo Si tratta di automobili che hanno collezionato allori in svariate competizioni, contribuendo ad alimentare e consolidare il mito di Alfa Romeo, Fiat, Lancia e Abarth.

Ad esempio, Alfa Romeo V6 155 DTM debuttò nel 1993 nel campionato tedesco per vetture turismo, che all'epoca esprimeva il livello tecnico più elevato nel panorama mondiale delle corse turismo. Montava un motore V6 da 2.500 cm3 che erogava 420 CV. Pilotata da Nicola Larini e Alessandro Nannini, la 155 conquistò 12 vittorie su 20 manche, e consentì a Larini di laurearsi campione nel 1993. Prima di 155, Alfa Romeo Giulia GTAm conquistò per due anni di fila, nel 1970 e nel 1971, il Campionato Europeo Turismo.

Passando al mondo dei rally, Lancia Fulvia Coupé HF e Lancia Stratos vantano palmarès straordinari. La prima conquistò il campionato internazionale costruttori 1972 e trionfò al Rally di Monte Carlo dello stesso anni, pilotata da Sandro Munari.
Lancia Stratos proseguì sulla stessa rotta, e conquistò il titolo di campione del mondo nel 1974, nel 1975 e nel 1976. Quella esposta, in livrea Lancia Alitalia, fu protagonista dell'ultimo titolo.
Nel 1977 fu sostituita, come auto ufficiale nel Mondiale Rally, dalla Fiat 131 Abarth Rally. Basata sulla carrozzeria a 2 porte della prima serie, era equipaggiata con un 4 cilindri bialbero derivato dal 2 litri Fiat e sviluppato da Abarth. La cilindrata era di 1.995 cm3, e la potenza di 140 CV della versione stradale lievitava sino a 235 in quella da corsa. La Fiat 131 Abarth Rally si dimostrò degna erede della Lancia Stratos e conquistò tre campionati mondiali: 1977, 1978 e 1980.
Anche la Fiat 124 Abarth Rally firmò grandi imprese, aggiudicandosi nel 1972 e nel 1975 il Campionato Europeo Rally.

Alcune di queste vetture sfileranno nella sezione Motorsport lungo il circuito più breve, 3 km, che si snoda nel centro della città e che conduce al salotto di piazza San Carlo, insieme alle Abarth 695 EVO e Abarth prototipo 695 Gumball. Quest'ultima, in livrea "Gumball 3000" ha preso parte lo scorso anno alla sedicesima edizione del famoso rally non competitivo riservato a sole 120 supercar.
Per la prima volta nella sua storia è stata nominata un'Auto Ufficiale: l'onore è spettato proprio alla "più veloce Abarth di sempre" che si è fregiata del prestigioso numero #1 sulla carrozzeria. La "Gumball 3000" si è snodata per più di 3.000 miglia, da Dublino a Ibiza, coperti in meno di 10 giorni.

Torna alle news

ALTRE NEWS CHE POTREBBERO INTERESSARTI: